Azionamenti su misura lasciate fare a STOBER!


Con gli azionamenti di sesta generazione, STOBER risponde alla crescente complessità dei requisiti e delle funzioni della tecnica di automazione e dell'industria meccanica. La novità del programma è l'azionamento indipendente SC6 che, grazie all'alimentazione di potenza integrata e al design sottile, consente concetti applicativi particolarmente compatti ed economici con fino a quattro assi. Così ora i costruttori possono attingere a tre serie di STOBER, combinarle fra loro e realizzare qualsiasi compito e applicazione. Il nuovo SC6 si affianca all'azionamento collegabile SI6 e al flessibile tuttofare SD6.

Pforzheim, 05.03.2018 – Con la nuova generazione 6 di STOBER il costruttore ha sempre a disposizione l'azionamento più idoneo, sia per sistemi potenti e applicazioni multiasse ad alta efficienza, sia per moduli compatti. Le serie ad alta dinamicità consentono brevi tempi di regolazione in caso di repentini cambiamenti del valore nominale e di carico. Inoltre, per garantire la sicurezza si affidano alla funzione STO (Safe Torque Off), sono certificate in base al livello di prestazione più alto e (cat. 4) secondo la norma EN 13849-1 e possono essere usate senza test di funzionamento ciclici. Ora il programma include il nuovo azionamento SC6 largo 45 mm e con alimentazione di potenza integrata. Questo è disponibile come regolatore ad asse singolo o doppio con corrente nominale in uscita fino a 19 ampere. Il compatto dispositivo indipendente si adatta ad applicazioni basate sulla trasmissione con da due a quattro assi, tipiche soprattutto del settore della robotica. La serie viene impiegata anche in combinazione con il nuovo LeanMotor di STOBER – ad esempio per sistemi di trasporto ad efficienza energetica. L'innovativo motore con SC6 funziona completamente senza encoder.

Il LeanMotor può essere azionato anche con l'SI6. Concepito come azionamento con tecnica di collegamento, esso presenta la stessa larghezza e compattezza dell'SC6. Come regolatore ad asse singolo o doppio è però disponibile con corrente nominale in uscita fino a 50 ampere. Tramite i moduli Quick DC-Link i singoli dispositivi vengono collegati l'uno con l'altro e con il modulo di alimentazione centrale PS6 in modo semplice e veloce. Il concetto della tecnica di collegamento consente di risolvere in modo economico compiti con più di quattro assi, tipici degli impianti di imballaggio. Di norma si usa un'unità di comando sovraordinata. Tramite l'HIPERFACE DSL è possibile fare funzionare come One Cable Solution con gli azionamenti SI6 e SC6 sia il LeanMotor, che grazie al suo design senza encoder funziona con un solo cavo, sia i servomotori sincroni.

La terza serie della nuova generazione è il potente dispositivo indipendente SD6. Il regolatore ad asse singolo con una corrente nominale in uscita di 85 ampere viene impiegato principalmente in applicazioni basate sulla trasmissione. Tra queste troviamo ad esempio il funzionamento sincrono di fino a 32 assi all'interno di riduttori elettronici o seghe volanti. Grazie al suo concetto a interfacce modulari e ai suoi numerosi accessori, l'SD6 può essere configurato su misura per risolvere anche i compiti di trasmissione più specifici.

La particolarità degli azionamenti della sesta generazione di STOBER è che tutte le serie possono essere collegate fra loro con i moduli Quick DC-Link, accoppiando il circuito intermedio. In questo modo l'energia prodotta da una trasmissione dell'alternatore può essere usata da un'altra trasmissione del motore. Combinando gli azionamenti SC6 e SI6, STOBER offre soluzioni compatte ed economiche imbattibili, all'altezza delle esigenze. Ad esempio, se per l'esercizio di motori lineari sono necessari maggiore potenza o più funzioni, il costruttore può combinare gli azionamenti impiegati con il tuttofare SD6 ottenendo non solo una soluzione su misura, ma anche un'efficienza energetica migliorata. Il concetto di comunicazione si fonda su un sistema di bus di campo su base Ethernet e un software unitario di STOBER.